Riqualificazione periferie, firmato accordo tra Agenzia del Demanio e Comune di Piacenza

  • Collegare il comparto nord est di Piacenza al centro della città con un progetto per avvicinare i due quadranti urbani: questo l’obiettivo dell’accordo firmato dall’Agenzia del Demanio e dall’amministrazione comunale.Grazie a quest’intesa, le d

Riqualificazione periferie, firmato accordo tra Agenzia del Demanio e Comune di Piacenza

Collegare il comparto nord est di Piacenza al centro della città con un progetto per avvicinare i due quadranti urbani: questo l’obiettivo dell’accordo firmato dall’Agenzia del Demanio e dall’amministrazione comunale.

Grazie a quest’intesa, le due istituzioni si impegnano a collaborare mettendo a rete le proprie esperienze, avviando un processo di rigenerazione urbana in un’area che ospita anche numerosi immobili dello Stato. Tra questi,  alcuni beni come Porta Borghetto, ex Rimessa Locomotori Berzolla, Laboratorio Pontieri, Bastione San Sisto e Torrione Fodesta sono parte di un più ampio percorso di valorizzazione delle mura farnesiane, che ha visto il coinvolgimento della cittadinanza attraverso lo strumento della consultazione pubblica.
Il progetto di riqualificazione di Piazza della Cittadella e Piazza Casali prevede inoltre una nuova funzione per la vicina ex Casa dei Martiri Fascisti,  che ospiterà gli uffici dell’Agenzia delle Entrate.

L’accordo dà il via a un vero e proprio lavoro di squadra che permetterà al Comune di Piacenza di partecipare al bando “Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane e dei comuni capoluogo di provincia”, promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. (vf)

Condividi

      

Commenti