Agenzia del Demanio, ANCI e gli Enti territoriali al primo incontro abruzzese sul Federalismo demaniale 2016

Agenzia del Demanio, ANCI e gli Enti territoriali al primo incontro abruzzese sul Federalismo demaniale 2016

19 aprile 2016

Le nuove opportunità di trasferimento di immobili pubblici con il federalismo demaniale: questo il tema dell’incontro di oggi all’Ex Aurum di Pescara promosso da Agenzia del Demanio e ANCI, al quale  sono intervenuti rappresentanti della Provincia, del Comune e del Conservatorio di Pescara, del Comune di San Valentino in Abruzzo Citeriore, di Scafa, Atessa e del Collegio dei Geometri di Chieti. Durante l’appuntamento, il primo per l’Abruzzo, l’Agenzia ha spiegato alle Amministrazioni le opportunità e le procedure per richiedere, fino al 31 dicembre 2016, il passaggio di beni di proprietà dello Stato per valorizzarli, riqualificarli e riutilizzarli per attività pubbliche, sociali, istituzionali o proporli al mercato, a beneficio dei cittadini e del territorio.
In Abruzzo dal 2013 ad oggi è stato già trasferito il 93% dei 163 beni richiesti dagli Enti, a fronte di un dato nazionale del 65% di trasferimenti conclusi. Ne sono esempio l’Ex Caserma Olivieri di Chieti, l’Ex Stazione Fea di Montesilvano e l’Ex caserma Radio Sant’Antonio di Vasto, che torneranno così alla cittadinanza per essere destinate a verde pubblico, strutture socio-sanitarie, a  ONLUS e attività sociali. Come evidenziato nel corso dell’incontro, la riapertura dei termini del Federalismo stabilita dal decreto Milleproroghe crea nuove opportunità per Comuni, Province, Regioni e Città Metropolitane per riappropriarsi gratuitamente di immobili e portare avanti nuovi progetti di riuso. L’Agenzia, che supporta attivamente gli Enti durante tutte le fasi del processo, ha inoltre evidenziato che resta aperta la possibilità di ottenere il trasferimento di immobili di pregio con il Federalismo demaniale culturale, che prevede la condivisione con il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali di un progetto di valorizzazione e tutela dell’immobile. Sono in attesa di essere trasferiti per attività culturali, turistiche e sociali l’Ex Convento di San Domenico di Popoli e l’Ex Convento dei Frati Agostiniani di Lanciano.
Grande interesse dei partecipanti, inoltre, per le altre attività di razionalizzazione e valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico, in primis per il Programma Abruzzo, l’accordo quadro firmato il 22 dicembre scorso dal Direttore Generale dell’Agenzia del Demanio, Roberto Reggi, e dal Presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso con l’obiettivo di assicurare rapidità, efficacia e innovazione alla valorizzazione e razionalizzazione di 144 immobili di proprietà pubblica. L’incontro è stato anche occasione per fare il punto su altre importanti operazioni sul territorio, tra le quali la permuta con il Comune di Pescara del valore di oltre 4 milioni di euro, il programma Affitti Zero con il federali building a Chieti e il piano di razionalizzazione delle Amministrazioni statali a L’Aquila. (elf)

Condividi

      

Commenti