L’ex Casa del Fascio e dell’Ospitalità di Predappio sarà un centro di documentazione e studi sulla storia del Novecento

  • Agenzia del Demanio e Comune firmano atto di trasferimento con federalismo demaniale culturale2 marzo 2016La ex Casa del Fascio e dell’Ospitalità di Predappio, in provincia di Forlì-Cesena, passa gratuitamente dallo Stato al Comune con il federalismo

L’ex Casa del Fascio e dell’Ospitalità di Predappio sarà un centro di documentazione e studi sulla storia del Novecento

Agenzia del Demanio e Comune firmano atto di trasferimento con federalismo demaniale culturale

2 marzo 2016

La ex Casa del Fascio e dell’Ospitalità di Predappio, in provincia di Forlì-Cesena, passa gratuitamente dallo Stato al Comune con il federalismo demaniale culturale, per essere valorizzata con un progetto di recupero e trasformata in un centro di documentazione e studi sulla storia europea del primo Novecento.

L’Agenzia del Demanio e il Comune di Predappio hanno, infatti, sottoscritto l’atto di trasferimento del bene di grande pregio storico-artistico, secondo quanto previsto dall’art. 5 comma 5 del D. Lgs. 85/2010, che fa seguito alla stipula dell’Accordo di valorizzazione tra Agenzia, Amministrazione comunale e Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo del 9 dicembre scorso.
L’edificio, costruito tra il 1934 e il 1937 su progetto dell’ing. Arnaldo Fuzzi, sede locale del Partito Nazionale Fascista durante il Ventennio, rappresenta uno dei più famosi esempi di architettura razionalista ed è caratterizzato da una torre littoria alta più di 40 metri, rivestita in lastre di travertino romano. Il progetto di valorizzazione prevede la riqualificazione e il recupero dell’immobile con l’obiettivo di creare un centro multifunzionale di elaborazione culturale nazionale e internazionale della storia del ‘900, secondo un programma molto articolato che prevede di ospitare spazi espositivi, un centro di documentazione sul fascismo, un bookshop con punto per informazioni turistiche, un’enoteca, aree per la ristorazione, una foresteria, la sede della fondazione che gestirà il progetto e la sede dell’associazione Città di Fondazione della quale Predappio è punto di riferimento. (vig)

 

Condividi

      

Commenti