Federalismo demaniale culturale: firmato accordo di valorizzazione della Torretta Ex Stazione di Vedetta in provincia di Cosenza

  • Presto la realizzazione di un centro polivalente nel centro storico cittadino25 novembre 2015Una struttura polifunzionale da destinare a Museo e Centro di Sperimentazione per la promozione delle eccellenze agroalimentari locali, punto di informazione turi

Federalismo demaniale culturale: firmato accordo di valorizzazione della Torretta Ex Stazione di Vedetta in provincia di Cosenza


Presto la realizzazione di un centro polivalente nel centro storico cittadino

25 novembre 2015

Una struttura polifunzionale da destinare a Museo e Centro di Sperimentazione per la promozione delle eccellenze agroalimentari locali, punto di informazione turistico-culturale e sede dell’archivio dei Murales: questo è il futuro della Torretta ex Stazione di Vedetta, immobile di grande rilievo storico-artistico, situato nel centro storico di Diamante (CS).
È stato firmato, oggi, dai rappresentanti dell’Agenzia del Demanio, del Comune di Diamante e del Mibact, l’Accordo di valorizzazione che definisce un percorso di recupero, salvaguardia e tutela della Torretta. Sulla base di questo Accordo, entro 120 giorni, il bene potrà essere trasferito definitivamente dallo Stato all’Amministrazione comunale per essere riqualificato e restituito alla cittadinanza con nuove funzioni a beneficio della collettività.
L’immobile, edificato tra il 1600 ed il 1650,  è una antica torre di avvistamento di forma pressoché quadrata che si eleva per ben 5 piani fuori terra. E’ stato oggetto di modifiche ed integrazioni che hanno interessato principalmente le facciate, i solai e le relative pavimentazioni.
In particolare, l’ipotesi progettuale prevede, la creazione di uno sportello informatico per il turista, un angolo caffetteria-tisaneria, la realizzazione di una bottega dei sapori con spazio espositivo e laboratorio d’arte, una postazione multimediale dedicata all’Atlante virtuale del Gusto e una sala riunioni destinata alla formazione nel campo delle energie rinnovabili. I locali saranno inoltre sede dell’archivio storico dei Murales dove verranno esposti i bozzetti dalla prima operazione murales fino a quelle attuali.(mb)



Condividi

      

Commenti