Nuovo Campus Universitario in Ex Ospedale Militare della Spezia con Federalismo demaniale culturale

  • Firmato l’atto di trasferimento dell’immobile dallo Stato al Comune29 luglio 2015L’Ex Ospedale Militare Marittimo di La Spezia passa definitivamente dallo Stato al Comune, grazie al federalismo demaniale culturale, per essere valorizzato e destinato

Nuovo Campus Universitario in Ex Ospedale Militare della Spezia con Federalismo demaniale culturale

Firmato l’atto di trasferimento dell’immobile dallo Stato al Comune

29 luglio 2015

L’Ex Ospedale Militare Marittimo di La Spezia passa definitivamente dallo Stato al Comune, grazie al federalismo demaniale culturale, per essere valorizzato e destinato a Nuovo Campus Universitario. E’ stato, infatti, firmato dall’Agenzia del Demanio e dal Comune l’atto che stabilisce il trasferimento del compendio immobiliare alla Città, a completamento dell’Accordo di valorizzazione sottoscritto il 25 novembre scorso.
Grazie a questa firma gli oltre 10.000 metri quadrati dell’ex bene della Difesa potranno essere riqualificati dal Comune per diventare un polo universitario di eccellenza nelle scienze e discipline legate al mare, assumendo a tutti gli effetti la connotazione di Accademia Marittima. Il parco, di circa 20.000 mq annesso al compendio, inoltre, verrà messo a disposizione di tutta la cittadinanza, come stabilito  dal Programma di valorizzazione previsto dall’art. 5 comma 5 del D. Lgs. 85/2010 sul “federalismo demaniale culturale” per il trasferimento dei beni di interesse storico-artistico.
Il passaggio dell’Ex Ospedale Militare al Comune si colloca nell’ambito delle attività che l’Agenzia del Demanio porta avanti in tutta Italia per l’attuazione del federalismo culturale, con l’obiettivo di recuperare e restituire ai territori gli immobili di pregio storico-artistico in disuso ma ancora potenzialmente utili a fini culturali, sociali ed economici per la collettività. In Liguria, in particolare, sono 68 i beni richiesti dagli Enti locali e 5 gli immobili già trasferiti fino ad ora. Si tratta, oltre a questo bene di La Spezia, del Polo Culturale, del Castelletto Genovese e della Batteria fortificata Umberto I di Porto Venere (SP) e del Palazzo della Rovere di Savona (SV). (elf)

Condividi

      

Commenti