L’Agenzia in Puglia partecipa alla presentazione degli Studi EPAS sulla rigenerazione del patrimonio pubblico

  • 10 luglio 2015L’Agenzia del Demanio ha partecipato alla conferenza territoriale di presentazione degli Studi – Linee Guida “Opportunità per lo sviluppo socio-economico dei territori” organizzato nell’ex convento degli Agostiniani a Melpignano,

L’Agenzia in Puglia partecipa alla presentazione degli Studi EPAS sulla rigenerazione del patrimonio pubblico

10 luglio 2015

L’Agenzia del Demanio ha partecipato alla conferenza territoriale di presentazione degli Studi – Linee Guida “Opportunità per lo sviluppo socio-economico dei territori” organizzato nell’ex convento degli Agostiniani a Melpignano, in provincia di Lecce, dal Dipartimento per gli Affari regionali, le Autonomie e lo Sport (DARAS) della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Gli Studi – Linee Guida sono stati realizzati grazie alla stretta collaborazione con l’Agenzia ed il Dipartimento per la Programmazione e il Coordinamento della Politica Economica della Presidenza del Consiglio dei Ministri, e con il supporto di Studiare Sviluppo, Società in House del Ministero dell’Economia, soggetto attuatore del progetto EPAS.

La finalità principale di questi due Studi è quella di orientare e supportare le Pubbliche Amministrazioni e i soggetti coinvolti sia nella valorizzazione e nella rigenerazione del patrimonio immobiliare pubblico sia nella riflessione e nell’eventuale avvio di progetti in Partenariato Pubblico Privato. Il patrimonio immobiliare pubblico è molto vasto ed eterogeneo ed è nella disponibilità di una pluralità di soggetti pubblici: il rilancio del Partenariato Pubblico Privato e dei suoi strumenti attuativi è in questo contesto un’imperdibile occasione per gli Enti locali per l’avvio e il consolidamento di virtuosi processi di sviluppo locale.

Nel dettaglio lo Studio - Linee Guida “Strategie e strumenti per la valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico” descrive un quadro dei metodi e degli strumenti utilizzabili per implementare politiche organiche di gestione dei patrimoni, cercando di esplicitare anche le potenzialità di una visione complementare e di sinergia tra i diversi soggetti pubblici proprietari, sia a livello centrale, sia a livello regionale e locale. Lo Studio - Linee Guida “Il Partenariato Pubblico Privato: normativa, implementazione metodologica e buone prassi nel mercato italiano” descrive invece un quadro della metodologia e degli strumenti utilizzabili per implementare progetti PPP, cercando di esplicitare le criticità e di proporre un percorso operativo ottimizzato nell’ambito della normativa di riferimento. (tc)

Condividi

      

Commenti