Abruzzo: Nuovi trasferimenti con il federalismo demaniale

  • 6 aprile 2017Passano dallo Stato ai comuni di Teramo e di Torrebruna (CH) otto beni immobili grazie al federalismo demaniale, per oltre 40.000 mq di superficie. Il Direttore Regionale Abruzzo e Molise dell’Agenzia del Demanio, Vittorio Vannini e il

Abruzzo: Nuovi trasferimenti con il federalismo demaniale

6 aprile 2017

Passano dallo Stato ai comuni di Teramo e di Torrebruna (CH) otto beni immobili grazie al federalismo demaniale, per oltre 40.000 mq di superficie. Il Direttore Regionale Abruzzo e Molise dell’Agenzia del Demanio, Vittorio Vannini e il Dirigente del settore Patrimonio del Comune di Teramo, Remo Bernardi, hanno infatti firmato l'atto di trasferimento di tre capannoni annessi alla ex Caserma Mezzacapo, un laboratorio artigianale, l’area di accesso all’ex Caserma Autieri Acquaviva e alcune aree relative al torrente Vezzola, per un totale di 31.394 metri quadrati.

Al Sindaco del borgo di Torrebruna, Cristina Lella,  e' stata invece trasferita a patrimonio comunale un’area di 10.000 mq su cui sorgono diverse abitazioni private e infrastrutture pubbliche. L'area fu infatti assegnata nel 1970 ai cittadini per consentire la ricostruzione delle case danneggiate da una frana che investi' una parte del paese.

I trasferimenti concretizzano le disposizioni del decreto “Milleproroghe”, che ha riaperto nel 2016 la possibilità per Comuni, Province, Città Metropolitane e Regioni di richiedere il passaggio di beni sui quali attivare progetti di riuso e valorizzazione, in linea con le esigenze dei cittadini. (elf)

Condividi

      

Commenti