L’Agenzia al workshop sulla gestione del patrimonio della Fondazione Catella

L’Agenzia al workshop sulla gestione del patrimonio della Fondazione Catella

A Milano i fondi sovrani di investimento incontrano gli esperti dell’Università Bocconi per confrontarsi sulle prospettive di sviluppo dei progetti immobiliari che coinvolgono i beni culturali.

27 Ottobre 2016

 

L'Agenzia del Demanio ha preso parte al workshop internazionale “L’arbitraggio culturale: nuove frontiere nella gestione del patrimonio culturale e del turismo” organizzato a Milano dal Sovereign Investment Lab (SIL), un osservatorio specializzato sui fondi sovrani istituito presso il centro Baffi-Carefin dell’Università Bocconi, e la Fondazione Riccardo Catella, un’istituzione non-profit che promuove la cultura della responsabilità sociale nello sviluppo territoriale. Il seminario, aperto da Manfredi Catella, Presidente della società immobiliare Coima, ceo di Coima sgr e Presidente della stessa Fondazione Riccardo Catella, ha coinvolto una platea di massimi esperti internazionali per discutere formule, casi di studio, rischi e opportunità delle cosiddette operazioni di arbitraggio culturale, con particolare riferimento al contesto italiano. Tra le sessioni di lavoro, il Direttore Strategie Immobiliari ed Innovazione dell’Agenzia Stefano Mantella, ha preso parte a quella dedicata agli investimenti nei beni culturali per promuovere il turismo e lo sviluppo sostenibile. La riunione ha aperto prospettive di lavoro nuove per il mercato nazionale e ha dato slancio a nuove collaborazioni strategiche tra realtà come l’Italia, che ha un’enorme ricchezza culturale, e Paesi che hanno i capitali per scommettere su questa ricchezza, in prima fila infatti i quattro investitori sovrani tra cui il Qia del Qatar e il fondo sovrano dell’Azerbaijan che conoscono bene il nostro paese e le sua potenzialità. Le conclusioni dei partecipanti sono state unanimi: il futuro sarà partire da progetti immobiliari che sappiano abbracciare una visione territoriale ed esaltino le singole ricchezze culturali. (tc)

Condividi

      

Commenti